LAB è  stata fondata da Roberto Malfatto quasi 30 anni fa.

Abbiamo contributo fin da subito a riempire gli occhi di meraviglia con i grandi tour che attraversano l’Italia lavorando  per Madonna, per i Rolling  Stones, per  gli U2 e per Michael Jackson e per moltissimi altri artisti  per i quali  abbiamo disegnato  e inventato strutture, immagini e suggestioni per la musica italiana che sempre più voleva confrontarsi con i grandi spazi .

Lo abbiamo fatto  insieme a Renato Zero, a Claudio Baglioni, ad Angelo Branduardi, a Lorenzo Jovanotti e a tutti quelli che hanno fatto la musica nel nostro paese passando dal Concerto del Primo Maggio al Wind Music Awards. 

Se la musica è sempre stata il terreno della sperimentazione artistica e tecnologica, il lavoro con le “grandi e piccole aziende” è quello   che ci  ha permesso di consolidare quel terreno di innovazione, di provare a trasformare quella comunicazione fredda  in “narrazione  emozionale”.

Ed ancora, abbiamo lavorato nei percorsi emozionanti e profondi dell’anima e del sentimento religioso quando la Chiesa  ci ha permesso di creare su spazi e su suggestioni  che potessero essere “un nuovo abito per le loro parabole ” e sperimentato il nostro lavoro anche per  partner istituzionali e sociali che ci hanno accordato la loro fiducia.

Allo stesso modo abbiamo ascoltato, scavato negli archivi e nei ricordi di tutti,  per  ideare e proporre piccole pillole di memoria collettiva”, cercando di dare, a modo nostro,  un contributo al mantenimento vivo e forte della nostra memoria storica.

Noi abbiamo seguito sempre “ il nostro istinto e la nostra esperienza.

Convinti che l’unico mezzo che avessimo davvero a disposizione fosse quello dell’innovazione, della creatività, della serietà , del coraggio,  del rispetto del pubblico e della comprensione profonda e a volte perché no, anche critica, delle esigenze dei nostri clienti .

Sono passati 30 anni, noi siamo ancora pronti a progettare, incantare disegnare, ideare, sorprendere, inventare, girare, produrre, pianificare, ottimizzare, stupire e  raccontare.

Una  grande  Factory “  creativa e multimediale, pronta e agguerrita nell’affrontare nuove  storie ed avventure, disponibile ogni volta  a ripensare e rimettere in  gioco le regole della comunicazione e della creatività.